Come scegliere un divano di pelle di qualità

Chi rinuncerebbe mai all’eleganza e alla comodità di un bel divano in pelle? L’importante è saperlo scegliere. Oltre all’estetica infatti conta molto anche la qualità.

Divano Chesterfield ad angolo in pelle vintage marrone

Le pelli migliori sono quelle con origine europea, che hanno infatti taglia più grande e un maggiore spessore. Inoltre la pelle europea ha meno imperfezioni e risulta morbida al tatto.

L’area superficiale delle pelle è quella comunemente utilizzata per rivestire i divani e si chiama “fiore”. Si tratta della parte più resistente che deve resistere alla tensione nei punti dove vengono effettuate le cuciture e allo sfregamento a lungo termine. La pelle più pregiata è il pieno fiore ed è facilmente riconoscibile grazie alle caratteristiche rughe, quei decisi segnetti propri di un pellame non rifinito.

Le pelli più buone vengono conciate con pregiati oli vegetali o l’anilina per poi subire un processo di smerigliatura in cui vengono rimosse le imperfezioni e assumere una texture omogenea.

Le mode passano il divano in pelle resta

I divani in pelle sono sempre un must per qualsiasi arredatore. Ogni anno le tendenze cambiano e rivedono i canoni estetici di un interior design sempre più improntato al gusto e ad uno stile che esalti la personalità di un ambiente. Forse è proprio questo il momento per cui a prescindere da forma e colore, l’identità funzionale ed estetica di un divano resta sempre lo stessa.

Divano Chesterfield azzurro in pelle pieno fiore

Prima di acquistare un buon divano in pelle occorre capire come apprezzare le qualità che ne fanno quell’elemento di arredo unico e iconico che viene celebrato in ogni casa, ossia la pelle di cui è fatto.

Unicità del divano. Ogni pelle è diversa da un’altra. Ogni divano è letteralmente unico al mondo perchè la pelle tagliata e cucire per realizzare un divano è un pezzo che non può essere uguale a qualsiasi altro pezzo.

Salotto di lusso in pelle e legno in pelle marrone

Basta pensare che mentre con un rotolo di tessuto è possibile rivestire tanti divani tutti uguali, per fare un divano in pelle di dimensione medie occorre tagliare e cucire almeno quattro pelli intere di bovino per un equivalente di circa 20 mq.

Le varianti della pelle

La pelle del rivestimento in pelle cambia per spessore, qualità, lavorazione e colore. Cambia anche il trattamento utilizzato per la finitura e, ovviamente, il costo del divano finito.

Per districarsi nel grande universo dei divani in pelle, è sempre bene conoscere meglio la terminologia utilizzata.

Pelle fiore o mezzo fiore: è la pelle dei divani più pregiati ed ha ovviamente costi maggiori ma ripaga totalmente in qualità e comfort. Si tratta dello strato più esterno della pelle e presenta ancora i pori della pelle e vanta una grande resistenza al tempo e agli utilizzi più intensi.

Pelle a grana naturale o stampata: la pelle di rivestimento di un divano può essere al naturale o stampata. Le pelli stampate presentano stampe più o meno profonde che formano una sorta di grande disegno che risulta comunque uniforme grazie alla fase di compressione e stampa. Le pelli naturali vengono selezionate dalle pelli migliori, ma alcune presentano comunque dei difetti come una piccola cicatrice o una puntura d’insetto che causa imperfezioni.

Pelle nabuk: si tratta di un’interessante tipologia di pelle che presenta ancora la prima parte del pelo dell’animale rasata. E’ una bella pelle confortevole ed estremamente morbida. Pregiata è anche molto delicata ed è quindi sconsigliata a chi ha bambini in casa o utilizza spesso il divano.

Pelle crosta: è la parte inferiore della pelle, quella nella zona interna del derma dell’animale. Si tratta di una pelle economica e decisamente meno pregiata che può comunque rivestire divani dal discreto confort.

Pelle rigenerata: se si vuole un prodotto buono ma dal costo più basso, si può optare per questo mix di pelle di scarto (per l’80%) e altre pelli. La lavorazione prevede varie fasi di taglio, incollatura, impasto. L’effetto finale è molto simile a quello dell’ecopelle ed ha una durata inferiore a quella della vera pella.

Come scegliere un rivestimento in pelle

Morbida e sensuale al tatto, la pelle è prima di tutto un rivestimento 100% naturale perché deriva direttamente dal pellame di animali – proprio per questo le linee proprie della sua superficie variano a seconda della sua origine.

Divani Chesterfield in pelle avorio

Un fatto che non tutti sanno è che la pelle cambia nel tempo.

Una piccola, grande storia da raccontare in ogni divano per un tempo in eterna evoluzione dentro la propria casa. Un punto di incontro che si modifica e si svela per quello che è ogni giorno, anno dopo anno.

Infatti più un divano viene utilizzato più questo mostrerà fiero le sue origini e la sua bellezza.

Una pieghetta in più, un maggiore lucidità nella seduta, la pelle più morbida, e in fondo è proprio questo il fascino e la ragione dietro il grande successo dei divani vintage.

Un divano in pelle è un oggetto di culto che rende un salotto unico e gli conferisce stile e linee personali ad un ambiente.

Dai uno sguardo al catalogo online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *